Cascata Kozjak (Valle dell’Isonzo)

Tra le passeggiate e attrazioni slovene, sicuramente sale sul podio la Slap Kojzak come dicono da queste parti o meglio la Cascata del Kozjak.

Una semplice passeggiata che con il passo di Benjamin, che per la nostra felicità ormai ha tanta voglia di camminare, ha una durata circa di un ora e mezza/due.

Di buon mattino, dopo un ottima colazione con uno dei tanti dolci tipici, un morbidissimo e tipico Strudel di mele, ci prepariamo per questa gita che prevede prima di raggiungere la partenza del nostro sentiero, due soste:  Tolmin e successivamente Kobarid, due villaggi ricchi di storia che meritano sicuramente una passeggiata.

La partenza del nostro itinerario, non è molto distante da Kobarid, seguendo per Drežnica, superato il ponte di Napoleone, sulla destra, dopo un centinaio di metri, troviamo un area adibita a parcheggio.

Prepariamo gli zaini, mettiamo gli scarponi e ci incamminiamo, leggermente più in alto, inizia il nostro sentiero, tra l’altro adatto a tutti, anche ai piccoli camminatori.

IMG_2706.JPG

Percorriamo per alcuni minuti una strada sterrata tra i prati, occhio ad evitare il via vai di api dalle storiche arnie colorate slovene, dette arnie Znideršič, (http://www.konradnews.org/le-arnie-znidersic-tempietti-pagani/), che incontriamo lungo il cammino, prima di inoltrarci nel bosco.

IMG_2559IMG_2707

E’ a quel punto che con largo stupore incontriamo per la prima volta il fiume Isonzo (Soča) con il suo colore verde-azzurro, che scorre alla nostra sinistra , ma è solo dopo alcuni minuti di cammino che attraverso una passerella sospesa, il fiume si lascia ammirare in tutto il suo splendore.

IMG_0643.JPG

IMG_0639.JPG

E dopo due salti ed una foto di rito (occhio a chi soffre di vertiggini :)) riprendiamo il sentiero e ci dirigiamo verso la prima piccola cascata.

In prossimità di un ponte in pietra infatti, abbiamo un assaggio dello spettacolo offerto dalla cascata del Kozjak più avanti, una piccola cascata che cade all’interno di una gola di roccia carsica

IMG_2717.JPG

IMG_2714.JPG

e che prima di cadere nel vuoto offre piccole vasche d’acqua gelida dalla quale godere di un po di refrigerio

IMG_0563

Procediamo lungo il percorso e il sentiero si stringe, corde e corrimano, ci aiutano lungo la salita, affrontiamo alcuni ponticelli sospesi e percepiamo sempre più forte il rumore dell’acqua.

IMG_0637.JPG

IMG_0565

IMG_2736

Un ultima passerella a strapiombo sul fiume e arriviamo ai piedi della grande cascata lasciandoci a bocca aperta.

IMG_2737

Davanti a noi un anfiteatro roccioso con al centro questa colonna d’acqua che cade in una piccola laguna verde-azzurra, un vero spettacolo naturale che ci costringe ad ammirarla anche dal basso, immergendoci sino alle ginocchia, nell’acqua gelida del ruscello e procedendo sino al cospetto della meravigliosa cascata.

IMG_0601.JPG

IMG_0566

IMG_0573.JPG

E anche questa avventura è volta al termine , felici e soddisfatti prendiamo la strada del ritorno dove, al termine  del percorso abbiamo la fortuna di trovare bancarelle dei pastori dal quale acquistiamo,  il  tipico formaggio di Bovec (fatto con latte di pecora capra e mucca) e miele, senza dimenticate di annaffiare il tutto con i buonissimi vini tipici sloveni come il Refosco o la Malvazjia.

IMG_3044

Non potevamo finire la giornata nel modo migliore 🙂 quindi … Dober tek !!!

 

 

 

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: