L’ Argyll e la Glen Nevis

Il nostro viaggio riparte da dove ci eravamo lasciati, esattamente da Inveraray

IMG_1141

dove abbiamo passato la notte a bordo del nostro piccolo van e al risveglio uno splendido sole sul Loch Fyne ci ha regalato il buon giorno.

E dopo una colazione con i “fiocchi”, con il tipico pudding,  pensiamo all’ itinerario.

IMG_1162.JPG

Decidiamo quindi di procedere  lungo l’ Argyll, passando dal Kintyre per poi risalire a nord verso Oban sino alla Nevis Range, dove svetta la montagna più alta, non solo della Scozia, ma di tutte le isole britanniche, il Ben Nevis (1345m).

Da Inveraray procediamo in direzione sud, verso Tarbert, paesino sull’apice della penisola del Kintyre,

IMG_1163.JPG

dove ci fermiamo per una piccola passeggiata al sapor di mare e uno spuntino.

IMG_1170

Risaliamo da qui verso nord abbandonando quindi il lungo fiordo del Loch Fyne.

IMG_1171.JPG

La nostra meta ora e Oban ma prima di arrivarci, attraversiamo splendidi paesaggi, oltrepassiamo immense vallate , una volta enormi ghiacciai, ben immaginabili dal graziosissimo e piccolo villaggio di Kilmartin dove ancora sono visibili antichi resti del passato.

img_7282.jpg

IMG_1172.JPG

e poi praterie e pascoli di pecore, mucche, la tipica vacca highlander

img_1541-e1530102848318.jpg

e poi mandrie di bellissimi cavalli

IMG_1175

IMG_1181

insomma siamo letteralmente immersi nella natura!

Arriviamo dunque a Oban (baia in gaelico), porticciolo della costa centro-occidentale, delle Highlands e principale punto di accesso alle isole.

IMG_1184

Splendido villaggio di pescatori dove passeggiare e assaporare un buon piatto di pescato,  acquistato a pochi pounds in uno dei tipici chioschi

IMG_1189IMG_7295.JPG

seguito successivamente dall’ ottimo Whisky, si perchè Oban ospita una delle migliori distillerie di Scotch (è’ possibile attraverso una visita guidata fare il giro della stessa ma purtroppo a noi non è consentito perchè le esalazioni di alcool potrebbero essere fastidiose per i bimbi).

IMG_7298.JPG

Ci rimettiamo in cammino, abbiamo scelto la gran vallata la Great Glen come luogo ideale per trascorrere la notte e dopo una velocissima tappa alle Falls of Lora a Connel, inseguendo la scia di una foca, al bivio seguiamo quindi a nord.

IMG_1198.JPG

Arriviamo a Fort Williams

IMG_1246.JPG

Quindi finalmente sotto le pendici del Ben Nevis!

IMG_1368

img_1225-e1530107176632.jpg

Un attenzione particolare ai moscerini “pizzicatori” presenti in queste zone che come zanzare incallite non danno tregua e non l’abbiamo scoperto tardi.

Il Buon giorno si vede dal mattino, tutti felici per il sole che in questi giorni ci sta regalando delle giornate inaspettate e siamo pronti ad immergergi nella Glen Nevis, la valle che si apre lungo le pendici della montagna più alta di Scozia.

img_1241.jpg

Dalla strada sterrata che da Fort Williams collega la Glent Nevis proprio al culmine dell’ultimo tornante verso la gran cascata si apre una piccola area di sosta ove poter parcheggiare.

Scarponi ai piedi e inizia il nostro cammino, con un cartello che a Benjamin lascia un po da pensare.IMG_1253.JPG

Quella luce cosi intensa filtrata dagli arbusti ci lascia presagire qualcosa di meraviglioso. Benjamin non sta più nelle scarpe quindi partiamo.

IMG_1264IMG_1272

IMG_1285

Il percorso si rivela insidioso per via degli enormi massi scivolosi lungo il percorso ma sicuramente superabili con un po di attenzione.

IMG_1287

Scorci di valle si aprono dandoci l’idea del paesaggio circostante

IMG_1289

IMG_1269

Dopo una serie di sali e scendi , il rumore del fiume alla nostra destra si fa sempre più vicino.

IMG_1299

IMG_1309

La gran vallata si apre man mano trasformando quel posto in un piccolo paradiso

IMG_1311

Attraversato un piccolo guado ghiacciato, ci rilassiamo sotto un incantevole cascata.

IMG_1320

Il tragitto di circa 2 ore ci ha condotti nel posto ideale per godere a 360 gradi la valle e rilassarsi prima di ridiscendere dalla medesima via.

IMG_1321

IMG_1327

IMG_1344

Cos’altro aggiungere a questo luogo che parla con i suoi silenzi con i suoi suoni con i suoi colori se non di percorre il sentiero che lo conduce.

E cosi silenziosamente lo abbandoniamo, la giornata è quasi giunta al termine, ma qui il sole tramonta tardissimo quindi abbiamo ancora luce e strada davanti a noi.

Si ritorna quindi al van e riprendiamo il nostro girovagare, dove? Non lo sappiamo ma qualcosa come una calamita ci attira verso Nord.

Accendiamo i motori e cerchiamo la strada che ci conduce vicino all’ isola di Sky, dicono ci sia un luogo dove poter avvistare le foche e nel frattempo con sottofondo una radio che trasmette solo canzoni folcloristiche scozzesi ci guardiamo intorno.

IMG_1371

IMG_1376

IMG_1381

IMG_1379

IMG_1393

E cosi via via perdendoci in questa suggestiva atmosfera incontaminata e spazi colorati in chiaro scuro arriviamo per caso a Plockton, uno dei più suggestivi villaggi che non avresti mai pensato di incontrare ma.. di questo ne parleremo più avanti, intanto … dopo una lunga giornata…

IMG_7286.JPG

un “Cheeers !!!” è quello che ci vuole!

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: