Da Applecross a Loch Ness

E’ Plockton il villaggio da dove ci siamo lasciati e che ha cambiato la nostra idea di itinerario,

IMG_1409.JPG

è qui tra i pescatori e quel piccolo pub (http://plocktoninn.co.uk/) dove quella sera suonano dal vivo la musica delle highlands fatta di cornamuse, banjo e violini e dove il whisky e la birra hanno un sapore di mare che la gente che abbiamo incontrato ci ha fatto innamorare ancor di più di quei luoghi e così,  ascoltando i loro consigli, decidiamo di fermarci un giorno in più in queste terre e seguire come prima destinazione alternativa Applecross.

Svegli e consci che stiamo lasciando un luogo che ricorderemo per sempre, ringraziamo il mare e ci prepariamo ad una nuova avventura.

IMG_1440.JPG

Dobbiamo prepararci ad affrontare la strada più alta di Scozia la fantastica “applecross drive” superando il passo di Bealach na Ba

Immagine

Partiamo e ci avviciniamo pian piano a questo massiccio che vediamo sempre più grande.

IMG_7505.JPG

IMG_1455.JPG

Sinceramente a tutto pensavamo ma non di trovarci di fronte alla strada più tortuosa e ripida di tutte le Highlands.

La strada procede in salita e poi ancora in salita e poi è stretta anzi strettissima e ancora di più tanto che il passaggio delle vetture e consentito solo attraverso alcune piazzole di sosta, sicuramente non è il percorso più adatto per i deboli di cuore.

img_1460.jpg

Curva dopo curva gli scenari che si aprono sono semplicemente straordinari!

Alle spalle un senso di vertigine sale guardando da lontano il Loch Kishorn e di fronte a noi quella natura cosi aspra.

IMG_1452

IMG_1447

Un respiro dopo l’altro e siamo finalmente in vetta!

IMG_1454

Davanti a noi la penisola di Plockton e la maestosa isola di Skye e poi l’isola di Raasay e la piccola Rona.

IMG_1462

Ecco la Scozia! quella che abbiamo sempre sognato quella che ti ruba ogni minimo pensiero, lì dove sembra di essere ai confini del mondo, dove per miglia e miglia ti accompagna solo quel senso di impotenza nei confronti della natura incontaminata.

IMG_1466 IMG_1469

Lasciamo il passo di Ba… ma attenzione l’emozione non è finita. E’ ora della discesa verso la baia di Applecross. Da qui  si aprono altri interessanti panorami lunari tra crateri e piccoli laghi e rocce ricoperte da piccolissimi arbusti.

IMG_7513.JPG

IMG_7509.JPG

Non c’è anima via, il tempo si è davvero fermato qui tanto che verrebbe voglia di non andar più via da questa Natura poi curva dopo curva, altri scorci ti mettono quella curiosità di andarli a toccare con mano, volerli vivere più da vicino.

img_7514.jpg

IMG_1474

Eccoci ad Applecross e la sua baia!

IMG_1493

IMG_1492

Dopo una fresca birra con dell’immancabile fish and chips in riva al mare,  dai ragazzi del Applecross Inn (http://www.applecross.uk.com/inn/), l’unica locanda nel villaggio, soffiamo l’informazione che lungo la costa più tranquilla che si spinge verso i villaggi di  Camusteel e Camusterrach vive una colonia di foche e quale miglior occasione per non proiettarci immediatamente?

La strada corre proprio lungo piccole insenature della costa sino a raggiungere una piccolo punto panoramico, ed eccole li,  spiaggiate sopra questi piccoli atolli nel mare.

IMG_1517

Visibili solo con il cannocchiale le foche sono li davanti a noi per la felicità di Benjamin e di noi tutti.

IMG_1514

IMG_1510

Salutiamo anche le foche e questo paradiso terrestre ed è la volta di rimetterci in marcia, la strada è ancora lunga, ci aspettano ancora 25 miglia della Wester Rost Coastal Trail sino a Shieldaig per lasciare la penisola e poi la lunga strada sino a Inverness e il maestoso Lago di Lochness

IMG_1518

ma lungo il percorso solo altre esilaranti emozioni…

Questo slideshow richiede JavaScript.

E’ il castello di Castello di Urquhart sul lago di LochNess a darci il Benvenuto (https://nelcuoredellascozia.com/2015/10/25/urquhart-castle/) , siamo dunque arrivati nella casa del famigerato mostro Nessie.

IMG_1548

Il lago a dir la verità a differenza di tutti gli altri è davvero inquietante e da davvero l’impressione di essere abitato anzi, sembra quasi di vederlo questo Nessie prima da una parte poi dall’altra poi una scia, chissà, sta di fatto che a noi non si è rivelato ma felice probabilmente della nostra visita ci ha prontamente regalato una camera da letto all’interno di uno dei suoi parchi dove noi gentilmente abbiamo deciso di accamparci e passare la notte.

IMG_7551.JPG

IMG_7532.JPG

Al risveglio, eccoci al punto di partenza per una bella escursione nella foresta per cercare di scrutare il mostro dall’alto.

IMG_7535.JPG

IMG_7550.JPG

La camminata si chiama Allt na Criche Trail, un percorso della durata di circa un paio di ore ad anello e tratto della Great Glen Way (https://www.walkhighlands.co.uk/great-glen-way.shtml)

IMG_1559.JPG

Il percorso si snoda all’ interno del bosco prima di abeti poi di larici dove il paesaggio fondamentale è costituito dal tipico muschio e prati di trifogli

IMG_1565

IMG_1575

IMG_1630.JPG

IMG_1627

IMG_1629.JPG

IMG_1605fino al colletto dove dall’alto è possibile scorgere il lago in tutta la sua vastità e splendore,

IMG_1632

IMG_1580

cercando di scrutare, concentrandoci, qualsiasi movimento che possa in qualche modo attirare la nostra attenzione utile alla ricerca di Nessie.

IMG_1595

E’ giunta l’ora di tornare, del mostro forse un ombra!

IMG_1625.JPG

Vista l’ora e visto e considerato che ormai l’avrete capito, la priorità è del buon pesce (qui nella Highlands cucinano dell’ottimo salmone) e un bicchiere di birra che scegliamo

Inverness porta nord del lago di Lochness , cittadina ricca di storia per essere stato il primo polo di incontro delle tribù nordiche scozzesi, come meta del pranzo e di rito, nel  più vecchio Pub della città.

IMG_1647

IMG_1640

e dopo un giretto dell’ old town con cornamuse in sottofondo

img_1651.jpg

ci rimettiamo in viaggio!

Prossima meta, il secondo Parco Nazionale di Scozia, The Cairngorms (https://visitcairngorms.com/) dove tanto per cambiare, la Natura ci aspetta ma anche per papà un bel bicchierino di scotch whisky, come usanza di questa zona nel tardo pomeriggio e guarda un po, giusto sulla strada una rinomata distilleria ci aspetta (http://www.tomatin.com/)

IMG_1653.JPG

E’ verso sera che raggiungiamo la nostra destinazione “naturale”

Stavolta, niente wild camping ma un bel Camping in to the wild, o meglio in to the forest (https://www.campingintheforest.co.uk/scotland/aviemore/glenmore-campsite) nei pressi di Aviemore ai piedi del Ben Macdui, la seconda montagna più alta di Scozia,

dove con vista sulla catena montuosa dei Caigorms,  lago Loch Morlich e tra i pini scozzesi, passiamo la nostra serata aspettando domani aspettando una nuova sensazionale avventura.

IMG_1654

IMG_1657

See you.

 

 

 

 

Una risposta a "Da Applecross a Loch Ness"

Add yours

  1. Grazie per aver taggato un mio articolo 🙂 Che bel viaggio che avete fatto, i vostri bambini sono sicuramente molto fortunati a viaggiare fin da piccoli! Le vostre belle foto mi hanno riportata in Scozia, a visitare una Applecross Peninsula con un cielo decisamente più azzurro e più sereno di quello che avevo trovato io! eheeh 😛
    Beatrice

    "Mi piace"

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: